Sono così felice di essere il cappellano del Mountain View Aged Care Center. Ogni giorno è imprevedibile, ma gratificante, mentre lavoro a fianco di residenti e personale. Dio mi insegna lezioni sulle cose semplici, e ieri è stato uno di quei giorni.

Sono stato via per tre settimane mentre mi avventuravo in Myanmar per un viaggio di missione. Questo viaggio mi ha ricordato quanto siamo fortunati a vivere in questo paese. Tanto si svolge in poche settimane. Lascia che ti racconti una storia.

Mentre stavo visitando una bella residente femmina qualche settimana fa, abbiamo scoperto di avere qualcosa in comune. Entrambi amiamo le piante di violetta africana. Ho avuto stagioni di successi, stagioni di delusioni e tempi in cui ho dovuto lasciarmi alle spalle le mie adorabili piante quando mi spostavo da uno stato all'altro.
Ricomincio sempre da capo, e a volte mi sono ripromesso di non comprare un'altra viola africana.

Durante la mia visita con lei, ho notato che la sua pianta non sembrava sana. Ho sentito che era nella posizione sbagliata, poiché ho imparato che il posto per questi temperamentali in qualche modo, deve essere posizionato in un punto molto leggero, preferibilmente dove il sole del mattino può riscaldarlo. Aveva anche bisogno di un re-pot e un po 'di sporcizia nutrizionale per mantenere il gambo in posizione verticale. Mi sono offerto di ri-innaffiare e riempire la pianta, aggiungendo un tocco di fertilizzante. Abbiamo anche deciso di spostarlo su un davanzale dove la luce avrebbe portato calore.

Prima che andassi in Myanmar, questa particolare residente, che a quel tempo era la mia amica molto eccitata, mi fece un cenno nella sua stanza mentre voleva che vedessi i boccioli di fiori sbirciare tra le foglie. Ogni giorno ne aveva contati di nuovi ed eravamo entrambi così entusiasti.

Quando sono tornato al lavoro questa settimana, mi ha salutato dicendo che dovevamo andare a vedere la sua pianta. Ero sbalordito perché non potevo credere ai miei occhi. La pianta era inondata da bellissimi fiori lilla e fiori grandi a quello: erano perfetti enormi fiori lilla. 'Mangia il tuo cuore fuori Bunnings!' Ho pensato. Penso che vincerebbe un premio al Canberra Show, i fiori sono così perfetti.

Siamo entrambi elettrizzati e potevo solo sentire che Dio splendeva sul mio prezioso amico con la sua bellezza, la sua potenza, il suo calore, la sua benedizione e la sua gioia.

Oggi, durante una conversazione, mi sono ritrovato a dire che un po 'di cibo vegetale ha fatto la differenza. L'irrigazione non è sufficiente per produrre fiori, ma un po 'di cibo ha nutrito la sua crescita e salute. Mentre pronunciavo queste parole al mio amico, potevo allineare queste verità alla salute delle nostre stesse vite, sia fisicamente che spiritualmente.

Da adulti, non possiamo vivere sull'acqua da soli, per crescere e rimanere in salute. Abbiamo bisogno di cibo per nutrimento, crescita, salute e sostenibilità. La nostra vita spirituale ha bisogno anche di cibo e nutrimento. Comunicare con Dio e occuparsi della parte spirituale del nostro essere è essenziale per la nostra integrità e benessere.
Nel nostro ministero di assistenza agli anziani dell'Esercito della salvezza, questo aspetto della nostra cura per i nostri residenti è molto importante.

Proprio come la nostra pianta aveva bisogno del calore del sole del mattino e collocata dove era meglio per il suo benessere, così abbiamo bisogno di essere piantati nel posto giusto per la nostra crescita e fecondità.

Dio ci ha donato tutto ciò di cui abbiamo bisogno e ci ha preparato per ogni cosa buona affinché noi fossimo fecondi per Lui. Ci ha donato per glorificarlo. Prego che Dio continuerà a insegnarmi, a usarmi e a mostrarmi la sua gloria ogni giorno sul mio posto di lavoro e questa bellissima comunità di anime preziose a Mountain View.

- Maggiore Bev McMurray