Mio padre è nato in Australia ed era un ufficiale dell'esercito della salvezza. Dopo aver vissuto in Nuova Zelanda per quasi 16 anni è emigrato in India e ha risposto alla chiamata di una vita come missionario.

Nel frattempo, mia madre, che era anche un ufficiale dell'esercito della salvezza, emigrò da Norwich in Inghilterra in India nel 1921.

I miei genitori si sono successivamente incontrati a Madras e dopo essersi sposati si sono trasferiti in una città nella pianura chiamata Bapatla, dove hanno vissuto per 18 anni.

Il primo lavoro di mio padre fu quello di formare persone in India che volessero diventare ministri in The Salvation Army.

Quando si trasferirono a Bapatla, divenne il direttore di un grande college di addestramento e supervisionò un collegio per ragazzi. Mia madre lo ha aiutato con il suo lavoro, ma ha anche avuto il suo ruolo. Dedicò il suo tempo a servire le persone in una colonia di lebbrosi, dove vivevano circa 250 persone.

Nel tempo, ha insegnato a persone che vivevano nella colonia a lavorare a maglia, producendo un lavoro squisito. I miei genitori erano così entusiasti del progetto di maglieria che hanno comprato tutti gli ombrelli al mercato locale. Hanno quindi usato le costole degli ombrelli come ferri da maglia.

Mia madre ha anche contattato mulini e organizzazioni, chiedendo loro di donare lana e materiali. Questo progetto ha creato un meraviglioso sbocco creativo per le persone che sono state tristemente trascurate dalla società.

A tempo debito e con un po 'di confusione, ho fatto la mia apparizione. A quei tempi (e ancora oggi in alcuni luoghi), le ragazze erano considerate molto poco importanti.

"Quando mia madre ha chiesto di inviare un telegramma a suo marito per fargli sapere che era un padre, il personale dell'ospedale ha ritenuto che fosse così poco conto che non si sono preoccupati."

Quando finalmente mio padre tornò e visitò l'ospedale, il primo a sapere del suo nuovo bambino fu quando l'infermiera lo salutò alla porta.

Nel vero spirito, o forse nella sfida, i miei genitori hanno continuato a produrre altre due figlie, le mie sorelle Edna e Ruth.

In casa c'era sempre aiuto con un cuoco e amahs per prenderci cura di noi. Il cuoco di famiglia era l'anima della discrezione e scrupolosamente pulito. Tuttavia, se mai la mamma avesse avuto l'ardore di rimproverarlo, la sua reazione era di assicurarsi che il pasto successivo fosse servito freddo.

“La vita è stata molto semplice nel complesso, senza pericoli, e le porte non sono state chiuse a chiave. Non si pensava che qualcuno rubasse qualcosa e noi bambini abbiamo condotto una vita felice e spensierata. "

A sei anni fui mandato in collegio. La scuola, chiamata Hebron, si trovava a circa 300 miglia da Bapatla nelle Colline del Nilgiri, a 8000 piedi sul livello del mare.

C'erano 90 studenti, tutti provenienti da famiglie europee. A quei tempi, ai bambini indiani e anglo-indiani non era permesso frequentare la stessa scuola. La maggior parte degli studenti erano figli di personale militare o governativo, sebbene ci fosse un bambino il cui padre era un fantino e un altro il cui padre era un pilota - una rara novità a quei tempi.

La scuola era bellissima e dietro c'erano le magnifiche piantagioni di tè dove eravamo soliti suonare.

Sebbene non confessionale, la scuola era gestita rigorosamente e la chiesa aveva un ruolo importante. Tutte le insegnanti erano donne, sia inglesi che australiane, e il curriculum era lo stesso di quello usato in Inghilterra.

Durante la mia permanenza a Hebron, due sorelle hanno agito come presidi comuni ed erano molto rigorose - una era solita andare in giro con un bastone dietro la schiena. Ricordo di aver parlato in fila un giorno mentre marciavamo lungo il vialetto in chiesa e sentivamo il pungiglione del temuto bastone.

L'esercito della salvezza aveva una pensione vicino alla scuola e ogni famiglia aveva la sua suite di stanze, condividendo una cucina e una sala da pranzo.

Nonostante dovessimo essere mandati in collegio ed essere lontani da casa, la nostra famiglia era affettuosa e affiatata. Quando eravamo in vacanza, i miei genitori trascorrevano molto tempo a giocare con noi e a conservare i bei momenti.

La nostra famiglia è rimasta in India per 19 anni e in quei giorni alle persone che prestavano servizio missionario erano concesse solo sei mesi di ferie ogni sette anni. Nel 1940, poco prima di finire il mio ultimo anno a scuola, tornammo in Australia.

"Non sono mai tornato in India, ma mantengo i contatti con uno dei miei compagni di classe, che ora vive in America."

Mentre i miei genitori continuavano a lavorare con l'Esercito della Salvezza, questa volta con il Red Shield, andai al college, trovai un lavoro, e con il tempo conobbi e sposai John, sistemandomi alla vita domestica.

John e Rita Biesheuval si trasferirono a Tea Gardens Grance nel 1999 e furono tra i primi residenti del villaggio. Oltre a godersi la loro nuova casa con il loro cane, Jamie, hanno intrapreso gli enormi compiti di portare un'organizzazione nella biblioteca della comunità. Più tardi nella vita, John ebbe un infarto e trovarono necessario lasciare i Tea Gardens. Ora chiamano Aged Care Plus Woodport Retirement Village, a casa.