Da quanto tempo lavori nel settore dell'assistenza agli anziani e nei nostri servizi di assistenza agli anziani?

Lavoro nel settore dell'assistenza agli anziani da dodici anni. Dieci di quegli anni sono stati con The Salvation Army Aged Care in vari ruoli: badante, responsabile della qualità, infermiere registrato, direttore delle cure, direttore del centro e attualmente direttore di area.

Cosa ti piace di più del tuo ruolo?

Sono stato con i servizi di assistenza agli anziani dell'Esercito della salvezza per così tanti anni a causa delle persone con cui lavoro. C'è sempre il supporto e l'incoraggiamento per migliorare.

Qual è la parte più gratificante del tuo lavoro?

Considero sempre la capacità di fare la differenza nella vita delle persone la parte più gratificante del mio ruolo, sia per gli adorabili residenti che sono nelle mie cure o per il meraviglioso staff con cui lavoro.

Cosa ti piace fare nel tempo libero?

Quando non sono di fronte al mio computer al lavoro, il che è raro, mi troverai a leggere un libro, o da qualche parte nel bush facendo escursioni o andando in bicicletta. Devo ammetterlo, anche se vivo così vicino alla spiaggia, non lo uso davvero.

Durante le mie vacanze di solito torno a casa in Nepal con due scopi principali: visitare la mia famiglia e trascorrere del tempo con mio padre a lavorare per la sua missione di raggiungere le popolazioni più vulnerabili del Nepal. Ciò include donne, bambini e persone che vivono nelle comunità rurali, con l'obiettivo di ridurre la cecità prevenibile e curabile.

Dato che sono un medico di professione, assisto mio padre nell'esecuzione di interventi di cataratta, in particolare con la creazione di campi chirurgici, di solito in un'aula scolastica. Non riesco davvero a esprimere a parole quanto sia gratificante vedere il sorriso, la felicità e le risate quando le persone hanno ripristinato la vista. In alcuni casi, stiamo trattando le persone che in seguito vedono solo i loro figli e nipoti per la prima volta in molti anni, tutto a causa della povertà e della mancanza di accessibilità alle cure sanitarie.

Che consiglio daresti agli altri dipendenti di Aged Care che svolgono ruoli simili?

Innanzitutto, devi amare quello che fai e avere un impegno senza compromessi nei confronti del tuo ruolo. Abbi una mentalità chiara su dove stai andando, sii proattivo e non aver paura di porre domande. Preparati a fallire: puoi imparare molte cose dai tuoi fallimenti.